Esercizio fisico e dimagrimento

In linea teorica, l’attività più efficace per consumare gli acidi grassi, è quella prolungata e condotta a bassa intensità. Infatti, gli acidi grassi possono derivare da almeno 3 sorgenti: – dai chilomicroni e dalle lipoproteine di derivazione epatica – dagli adipociti del tessuto adiposo – dai trigliceridi del muscolo Un’importante …

Ruolo del bifidobacterium longum ES1 nella gluten sensitivity

La gluten sensitivity ( sensibilità al glutine non celiaca) viene diagnosticata in soggetti che non soffrono di celiachia o allergia al grano, ma nei soggetti che presentano sintomi intestinali, sintomi extraintestinali o entrambi, correlati all’ingestione di cereali contenenti glutine, con un miglioramento sintomatico, se quest’ultimo viene escluso dalla dieta. La variabilità clinica …

Alcol nello sport: un binomio tutt’altro che vincente!. Scopriamo perché.

Certamente bere un bicchiere di vino o di birra ogni tanto, difficilmente altera la performance sportiva di un atleta in quanto questa può essere inficiata da parametri ben più importanti, come ad esempio il grado di allenamento, una sana e corretta alimentazione o avere adeguate ore di sonno. Tuttavia in …

Chetoni Esogeni: cosa sono e soprattutto servono davvero? Facciamo chiarezza

In queste settimane si fa un gran vociferare di questi chetoni esogeni, i quali vengono proposti per la cura di ogni male. Vediamo innanzitutto che cosa sono ed a che cosa servono questi composti. I chetoni sono molecole che possono essere utilizzate dal nostro organismo e vengono prodotte in caso …

DISTURBI GASTROINTESTINALI NELL’ATLETA DI ENDURANCE

Al contrario di quanto si possa pensare, i disturbi gastroenterici (nausea, vomito, diarrea, ecc..) negli atleti sono particolarmente frequenti e sono la prima causa di ritiro dalle competizioni sportive. Secondo recenti dati di letteratura, in condizione di esercizio particolarmente intenso, la prevalenza di questi disturbi si attesta intorno al 70%. …

LE MALTODESTRINE: come, quando e perché

Le maltodestrine sono polimeri derivanti dal processo di idrolisi degli amidi, infatti tramite processi industriali, è possibile modificare i legami chimici che uniscono i polisaccaridi ottenendo carboidrati più o meno complessi. Le maltodestrine così ottenute sono solubili in acqua, hanno un sapore gradevole e risultano di facile digestione. Durante una …