Il DNA ha un asso nella manica: il cromosoma X

Lo sapevate che il genoma ha un asso nella manica? Eh sì, si tratta del cromosoma X e vi spiego perché.
Essere femmine nel mondo animale significa avere una marcia in più, molti invertebrati si riproducono infatti per partenogenesi, ovvero è la femmina da sola a dare vita ad una prole che però non porta con sé varietà genetica.

In generale nelle comunità animali sono le femmine ad essere indispensabili per la riproduzione e la storia evolutiva fino ad oggi ci chiarisce molto in merito all’importanza dei nascituri femmine. Sul braccio corto del cromosoma X ad esempio risiedono tutte le varietà dei coni, le proteine che permettono la visione a colori, e che sono di tre tipologie, a seconda della lunghezza d’onda che dovrà essere percepita, per l’esattezza Short, Medium e Long. Servono quindi a percepire il rosso, il verde/azzurro ed il viola. Una alterazione negli scambi che avvengono in meiosi (la procedura di creazione delle cellule del nascituro da quelle di mamma e papà) provoca il daltonismo. Un individuo che portasse tre cromosomi X e incautamente agli inizi definita “superfemmina” non verrebbe distinta ad occhio nudo dagli individui che portano due cromosomi X, mentre quelli che portano un cromosoma X soltanto, di solito non vedono la luce o comunque, chi riesce a diventare adulto è sterile ed ha un’altra serie di disturbi più o meno gravi. E’ importante dire che un corredo genetico senza cromosoma Y porterà un individuo di sesso femminile con disturbi, mentre un corredo genetico senza almeno un cromosoma X, ma solo con un Y per esempio, evolverà in un aborto. Anche la sindrome dell’X fragile è dovuta a ripiegamenti anomali del materiale genetico presente sul cromosoma X che lo fanno apparire al microscopio quasi come se avesse un pezzetto in procinto di staccarsi ad una delle estremità (da qui il nome fragile), tutto questo causa una condizione di ritardo mentale nei maschi affetti, grave a seconda di quante anomalie ci sono sul cromosoma.

Insomma che dire, un cromosoma potente, che se perfettamente funzionante, dà insieme con gli altri, il potere grande di poter generare vita.

Articolo di libera ispirazione di Lisa Liguori

Fonti scientifiche: Lewis- Genetica umana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *