Come mantenere in salute le articolazioni!

Le articolazioni di chi pratica sport in maniera intensa sono continuamente sottoposte a stress: ogni gesto sportivo di per sé comporta un uso più intenso dell’organismo e di conseguenza questo si riflette anche sulle articolazioni. Talvolta, inoltre, la mancanza di un opportuno riscaldamento, allenamenti troppo lunghi e pesanti, esercizi fatti in modo errato e un tempo di recupero insufficiente, rendono le articolazioni esposte a rischio di usura e traumi. Questo causa dolori costanti a cui l’atleta si abitua o che seda regolarmente ricorrendo a farmaci antidolorifici, inefficaci a rimuovere la causa del sintomo. Inoltre, continuando ad allenarsi anche in queste condizioni, gli atleti peggiorano la propria situazione. Oltre al dolore, spesso le articolazioni presentano gonfiore (dovuto alla ritenzione di liquidi) e un aspetto che denota un chiaro stato infiammatorio.

Con l’avanzare dell’età, la rigenerazione di questo tessuto risulta sempre più complicata per l’organismo e l’integrazione alimentare dei nutrienti che formano le cartilagini assume un’importanza strategica.

E’ proprio in virtù di ciò, la ricerca scientifica si è soffermata per individuare le strategie nutrizionali e di integrazione più efficaci nel migliorare tale condizione.

Difatti è stato dimostrato che la supplementazione di un integratore contenente 500mg di membrana di guscio d’uovo con 1500mg di concentrato di olio di pesce ha portato a miglioramenti dei livelli di rigidità articolare e una significativa riduzione dei livelli di degradazione della cartilagine.

Questo è il risultato di uno studio randomizzato in doppio cieco controllato su 85 uomini e donne sani di età compresa tra 40 e 75 anni, i quali hanno eseguito da 40 a 100 step per gamba a giorni alterni per due settimane consecutive e hanno ricevuto casualmente la supplementazione o il placebo.

I risultati hanno mostrato che i partecipanti del gruppo che ha ricevuto la supplementazione hanno registrato statisticamente una significativa riduzione dei livelli di degradazione della cartilagine del 12,9% e del 17,7%, rispettivamente dopo 1 e 2 settimane, mentre nel gruppo che ha ricevuto il placebo è aumentato del 5,5 % dopo due settimane.

Inoltre, il gruppo con supplementazione ha registrato un dolore articolare significativamente inferiore dopo 12 ore dall’esercizio fisico (28,6% in meno) e dopo 1 settimana (46,7% in meno).

Anche la rigidità articolare era significativamente più bassa dopo 12 ore e dopo 1 settimana.

Questo conferma che la supplementazione gioca un ruolo fondamentale nel mantenere e migliorare il benessere articolare, quindi, diviene fondamentale affidarsi a persone competenti che possano individuare la giusta miscela di sostanze e il giusto dosaggio da effettuare per ottimizzare la salute articolare.

Fonte:

Giornale internazionale di medicina fisica e riabilitazione

(2020) volume 8, numero 3

Autori:  K.J. Ruff, et al.

Dott. Atanasio De Meo

Farmacista;

Dottore in Scienze e Tecnologie de Fitness e dei Prodotti della Salute;

Diploma di Master in Nutrizione Clinica;

Biointegra 3.0

Tel. 3924600170

Email. nutritioneebenessere.bio@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *